Skip to Content

Il colonnello fa l'adunata

Il colonello fa l'adunata
negli occhi tutti el ne gà vardà,
e poi ha detto ai veci Alpini
di tener duro n'ha comandà.

I suoi Alpini ghe fa risposta
"Sior colonello se tegnarà"
e scarpinando sulle motagne
in prima linea i s'à portà.

E per do mesi i à tegnù duro
in mezzo al freddo da far giassar,
scoltando sempre le sue parole,
"sacrificarsi ma non mollar".

E suoi Alpini gli manda a dire
che non gli riva nè pan nè vin
E il colonello gli fa risposta:
"Questo l'è niente pè' i veci Alpin".

E suoi Alpini gli manda a dire
che non i gha i scarpe per camminar.
E il colonello gli fa risposta:
"No serve scarpe per restar là".

E suoi Alpini gli manda a dire
che dal gran freddo no se pol salvar
E il colonello gli fa risposta:
"Con la mitraglia ve podè scaldar".

E suoi Alpini gli manda a dire
che adesso manca le munission.
E il colonello gli fa risposta:
"nà baionetta vale un cannon".

E suoi Alpini gli manda a dire
posta da casa no i vede arrivar.
E il colonello gli fa risposta:
"Il Re vi manda a salutar".
E un altro mese sti veci Alpini
ga tegnù duro senza mollar
ed ogni giorno i greci tacava
senza esser boni de passar.

E suoi Alpini gli manda a dire
Che massa pochi sono restà.
E il colonello va su da loro,
"Niente paura, eccomi qua".

E la mattina s'à levà il sole
e le montagne el gà indorà.
Il Colonello co' i veci Alpini,
tutti erano morti, ma i era là.



Utenti in linea

Attualmente ci sono 0 utenti e 3 ospiti
Dr. Radut | canti_alpini