Skip to Content

Monte Nero

"Finché  ci saranno gli alpini del 9° non saranno dimenticati gli alpini del 3°"

Con queste parole veniva indirizzata al Presidente della Sezione di Torino, città natale del 3° Alpini, una foto con tre alpini ed un mazzo di fiori tricolore su un cumulo di pietre. I tre alpini erano Luigi Marini, Gigi Ciuffarin, e Ricciotti  de Savorgnani. Le pietre erano quelle della vetta del Monte Nero.

Nasceva la tradizione del tricolore, fatta di fiori, in vetta ogni anno e portata dagli alpini goriziani, per celebrare la magistrale impresa.

"Colpo da maestro" dissero gli austriaci.

Cronologia di una conquista

15 giugno 1915

23.03 - Inizio movimento 31^ cp. Btg. "Exilles" (Cap. Rosso e 180 alpini su 4 plotoni)

16 giugno

ore 00.00 - Inizio movimento 84^  Btg. "Exilles" per costone s-w di M.Nero. Ordine di marcia: pattuglia esploratori (S.Ten  Picco e 5 alpini) - 1° pl. (Cap. Arbarello con 50 alpini scelti), 2° pl. (Serg. Viola) - 3° pl. (Erg. Tebbia)

ore 03.50 - conquista q. 2138 (35^-36^); q. 1996 (102^-85^)

ore 04.00 - 84^ a contatto con trincee austriache di vetta - irruzione, nella prima linea, della pattuglia esploratori (S.Ten Picco) - segue 1° pl. - morte del S.Ten Picco - 2° e 3° pl. di retroguardia - rinforzo di due pl. della 31^ da q. 2052

ore 04.45 - Fine dei combattimenti in vetta. Il M. Nero è conquistato.

In questa operazione le perdite furono:

italiane: ufficiali morti 2, alpini morti 23, feriti, 115

austroungariche: un centinaio di morti, circa 200 feriti, prigionieri 629

 



Utenti in linea

Attualmente ci sono 0 utenti e 0 ospiti
Dr. Radut | collabora